Sadist - Chicco
(carma1977 - Settembre 2004)


Nate in maniera del tutto casuale, queste quattro chiacchiere con l'ex bassista dei Sadist Tribe-era Chicco Parisi (ora Kiko Lalonde, dopo aver preso il cognome della moglie), si sono trasformate poi in un'intervista interessantissima. Costantemente seminata di sorprese, che mi hanno portato a scoprire quanto, oltre al solito Tommy, fossero importanti i restanti membri dei Sadist. Oppure dell'esistenza di un album inedito di nome "Can You Hear?", vero successore di "Tribe" e di cui ho avuto la fortuna di ascoltarne un estratto live "Born... What Form". Certo, con un audio pessimo (proveniva da una musicassetta), ma vi posso assicurare che era l'ennesima evoluzione dei Sadist. Paragonabile alla stessa evoluzione che avvenne dall'uscita di "Above The Light" a quella di "Tribe", ma sempre con il marchio Sadist ben presente.
Questa intervista non vuole essere polemica e aprire vecchi dissapori, vuole solo mettere in chiaro certi aspetti oscuri della storia dei Sadist, storia purtroppo terminata troppo presto e che poteva sicuramente essere importante per il panorama (non solo death) italiano.
Ora vi lascio alle parole di Kiko Lalonde (vi dice nulla il cognome? a quanto pare la moglie di Kiko è parente di Larry Lalonde, ex-Possessed e da sempre chitarrista dei folli Primus!).



Allora Chicco, visto che sono passati circa dieci anni dalla tua esperienza con i Sadist e che molti per motivi anagrafici o di irreperibilità non conoscono la straordinaria bellezza di "Tribe", te la sentiresti di raccontarci tutta la storia dal tuo ingresso sino al "misterioso" split?
Cavoli sono passati già 10 anni?
La storia? Le storie!
Con i Sadist e stata una esperienza indimenticabile. Al tempo del mio ingresso suonavo gia da professionista con vari gruppi liguri, al tempo suonavo di tutto, jazz, rock, flamenco, funk ecc, mi ero fatto un po' di fama in giro, penso che sia così che Peso si sia interessato a me.
Un giorno Peso mi ho contattato e chiesto se ero interessato al metal, beh quando avevo iniziato a suonare il basso ero un patito del genere, gli ho risposto di darmi il disco ("Above The Light") e poi si sarebbe visto. Quello che mi ha fatto dire sì a Peso e' stato il fatto che Sadist era un gruppo vero e veramente originale e avevo visto le potenzialità.
Tommy e Peso avevano problemi con Andy e lo volevano spedire, avevano un concerto a Bari da fare e non pensavano che sarei stato pronto in 10 giorni, e poi se allontanavano Andy perdevano anche il cantante. Zanna era il cantante del mio gruppo funk e gli ho chiesto se voleva far parte con me dei Sadist, beh dopo 10 giorni eravamo pronti per suonare tutto "Above The Light" live e darci dentro. Mi ricordo che però non mi era proprio piaciuta la faccenda e il modo in cui Andy fu allontanato, ma non sapevo bene quello che stava succedendo tra loro.
Comunque....siamo partiti in tour e non ci siamo mai fermati, abbiamo suonato ovunque e cavolo abbiamo sputato sangue. Tra un concerto e l'altro siamo riusciti a mettere giù "Tribe". Come ti ho detto nella nostra precedente mail, "Tribe" e' un lavoro di gruppo, Il fatto che Tommy sia registrato alla SIAE non vuol dire che ha composto tutto il disco, ci sono riff, tastiere, chorus composti da me, Peso e Zanna, ci tengo a dirlo perché ho solo sentito parlare delle qualità compositive di Tommy ma nessuno si e' mai chiesto perché dopo "Tribe" non avesse fatto più nulla di interessante.
"Tribe" è un disco a parer mio incompreso del tutto. Aveva una politica ben definita, doveva solo essere un disco di passaggio che avrebbe aperto ai Sadist un nuovo e unico panorama musicale, di cui ora non esiste per nulla.
Registrammo "Tribe" in Inghilterra e partimmo per altri tour affiancati ai Carcass, Cannibal Corpse, Samael, Blind Guardian ecc. I problemi però ci sono sempre stati, Io e Zanna proprio con Tommy non legavamo. Tommy era diventato sempre più chiuso e poco chiaro.
Mi ricordo in Inghilterra durante le registrazioni di "Tribe", svegliarmi alla notte con la paura di essere buttato fuori dal gruppo come avevano fatto con Andy, allora svegliai tutti e gli dissi che dovevamo fare un contratto interno, ma Tommy si limitò a firmare un'impegnativa.
Tommy aveva preparato tutto in maniera fredda e calcolata, provava con Andy e il nuovo batterista da mesi. Intanto noi stavamo scrivendo "Can You Hear?" il nuovo album (una bomba!). Nel frattempo Tommy registrò con Andy in segreto il nome 'Sadist', come società di fatto, così si sarebbe parato il sedere, poi portò Andy come roadie in tour con noi.
Dopo qualche mese Peso ebbe una grossa tendinite che lo porto a fermarsi a lungo, la cosa lo deprimette molto e pensò di mollare. Fu a quel momento che Tommy decise di passare all'azione, come un buon giocatore di scacchi aspettò la mossa giusta e... tutti fuori! Avendo registrato tutto (tutto vuol dire tutto, strumentazione, furgone, musica, diritti), come società con Andy, legalmente non potevamo fare nulla. I motivi della sua azione erano solo di puro ego.
Non puoi immaginare quello che abbiamo passato. Dopo tanti anni di lavoro e soddisfazioni. Questo non è certo un atteggiamento da buon musicista, facendo così ha solo danneggiato quello che era uno dei più promettenti e originali gruppi nel panorama mondiale.
Ora vivo In Canada e ancora adesso trovo gente che si ricorda dei Sadist e tutti mi chiedono che accadde al gruppo dopo "Tribe"... nulla, solamente nulla.

Quindi che "Tribe" sia sempre stato riconosciuto come figlio di sole idee di Tommy è un grosso errore?!! In realtà si trattava di questioni legali legate al fatto che Tommy fosse il solo iscritto alla SIAE. Ma allora chi ha scritto i pezzi di "Tribe"? Ricordi più precisamente chi ha composto cosa?
Esattamente! In Italia, come tutti sanno, esiste la S.I.A.E., che in regola dovrebbe proteggere i diritti d'autore, ma non quelli dei musicisti. Quando si dà l'esame alla SIAE bisogna pagare come delle banche e al tempo noi non viaggiavamo nell'oro. Per questo solo uno di noi ha dato l'esame e questo era Tommy. La SIAE non da il diritto ai componenti del gruppo che non hanno pagato di registrare il nome come compositori o cooperatori (cosa che in Nord America è tutta differente, perché non bisogna pagare una cifra assurda, basta depositare il CD e la lista dei nomi dei componenti e tutti sono protetti per la modica cifra di 10$).
"Tribe" e' stato assolutamente composto da tutti noi! Ricordo che il riff d'intro di "Escogido", ad esempio, l'ho proprio composto io, molti riff di chitarra erano fatti da "Peso" e le tastiere spesso venivano modificate in studio dai nostri suggerimenti. Tutti i soli di basso sono miei, come molti degli arrangiamenti fusion. Inoltre non bisogna dimenticare che il vero genio dei Sadist era proprio Peso. Lui con i suoi riff e la sua esperienza ha fatto scuola a tutti e il suo stile e' inconfondibile.
Ognuno di noi merita di essere riconosciuto per il lavoro che abbiamo fatto. Tommy senza di noi non sarebbe andato da nessuna parte... e così e' stato. "Tribe" e' stato una fatica che è costata due anni di lavoro di gruppo, non ci sono brani in specifico composti da uno solo di noi, tutto era fatto insieme. Certo che alcuni riff o melodie erano fatte dal singolo, come le tastiere in "From Bellatrix To Betelgeuse", questo è stato un ottimo lavoro di Tommy, ma da lì a fare un album la strada e' lunga.
Comunque tutto è passato, ora i Sadist non esistono più... quello che era uno dei più affascinanti gruppi nel underground e' diventato storia... e sono onorato di averne scritto una pagina.

La cosa strana è che parli di "Tribe" come un lavoro di gruppo, scritto da tutti e quattro. Ma alla fine la sensazione è che i Sadist fossero sempre più due anime ben distinte. Da una parte tu, Peso e Zanna, dall'altra Tommy. Credi che Peso agisse come da collante tra le due anime e che se non avesse abbandonato il gruppo, alla fine il "fantasma" "Can You Hear?" sarebbe uscito?
Certo... Peso era il cuore del gruppo, non solo faceva da "collante", come dici tu, ma era la vera e propria anima, era lui che ci teneva uniti, che ci faceva credere a quello che facevamo, senza Peso non avremmo fatto nulla. Nel momento in cui Peso decidette di mollare, io e Zanna non volevamo crederci, pensavamo che era solo un momento di stress e che dopo qualche mesetto sarebbe tornato a cavallo più forte di prima, ma poi accadde il fattaccio e il resto è storia.
Non penso proprio che avremmo continuato a suonare senza Peso, o Tommy, o me o Zanna. Eravamo comunque amici oltre che un gruppo. Per rispetto reciproco io, Zanna o Peso non avremmo mai suonato senza uno di noi.
Infatti la cosa che mi ha infastidito di più e' che Tommy non abbia avuto quel rispetto che comunque avremmo portato per lui. La cosa più sensata (a parte tornare a suonare) sarebbe stata quella di mollare e magari farsi un altra band, ma con un nome diverso... non... avere un'altro gruppo con il nome Sadist.
Tommy giustifica il fatto che Andy fosse nel gruppo prima di me e Zanna, ma si e' dimenticato che e' stato lui a buttarlo fuori e che comunque i Sadist esistevano perché Peso era il fondatore. E poi dopo anni di tour e concerti, "Tribe", chilometri e storie vissute insieme, non è certo un comportamento corretto, come si fa a dire che noi eravamo solo nulla? Chi ci ha visto dal vivo sa quanto sudore abbiamo versato e quanto lavoro e amore in quello che facevamo... questo è nulla?
Certo che "Can You Hear?" sarebbe uscito, mancava veramente poco. Finché Peso era nel gruppo Tommy non avrebbe potuto fare nulla senza il parere di tutti, e il disco sarebbe comunque uscito alla grande.

Abbiamo tirato in ballo questo mistero chiamato "Can You Hear?". Sono sicuro che in molti si stiano domandando di che si tratta. Quindi credo sia ora di fare luce su quello che sarebbe dovuto essere il vero successore di "Tribe".
"Can You Hear?" sarebbe stato a parer mio, e non solo, un capolavoro! Il modo di comporre era cambiato completamente. "Tribe" risultava un po' freddino perché il modo di comporre era matematico. In parole povere... Tommy spesso presentava un collage di riff o melodie di tastiere e in studio si cercava di re-incollare il tutto aggiungendo altre idee per render il tutto più umano, questo rendeva il lavoro più difficile perché si perdeva di parecchio il feeling.
In "Can you Hear?" il feeling era tutto.
Come ho detto prima, Tommy provava già da mesi con il nuovo gruppo e le idee se le teneva per sé, arrivava in studio e gli chiedevamo se aveva nuovi riff, ma lui nulla, allora ci buttavamo a improvvisare e questo era il modo giusto!
Paradossalmente la sterilità (apparente) di Tommy aveva fatto in modo che diventassimo un vero e proprio gruppo in fase di composizione, facendo così eravamo obbligati a sentirci reciprocamente e buttare più cuore in quello che facevamo.
Grazie a "Tribe" avevamo le porte aperte a tutto... potevamo suonare di tutto. Inoltre "Can You Hear?" doveva anche essere un messaggio a tutti quelli che continuavano a dire che eravamo troppo tecnici, "puoi sentirci?", questo era il messaggio. Non avrebbe comunque perso il lato tecnico, che era una delle caratteristiche dei Sadist, sarebbe stato solo di gran lunga più caldo.

Certo che leggere queste parole con quelle di Tommy all'epoca del fattaccio, mettono una certa confusione in testa. Le sue dichiarazioni erano chiare, le vostre nuove composizioni si stavano allontanando dal marchio Sadist, correndo così il rischio di snaturarlo troppo (cosa invece avvenuta con "Crust" e specialmente "Lego"). In realtà come suona questo "Can You Hear?", potresti descrivercelo più dettagliatamente?
Beh c'è poco da essere confusi. Non ti viene il dubbio che se Tommy non e' stato capace di essere onesto con i componenti del suo gruppo, non sarebbe mai stato neanche capace di esserlo con i fan o durante le sue interviste? Specialmente dopo "Crust" e "Lego"... queste sono le prove.
Tommy doveva in qualche modo giustificare il fattaccio. Dicendo cosi pensò che i fan e lettori avrebbero continuato a seguirlo e avrebbero appoggiato la sua politica... ma poi esce con due album che hanno ben poco da dire e ben poco da essere accostati ai Sadist... Tommy avrebbe fatto bene a tacere e uscire con qualcosa di meglio se voleva essere più credibile.
Al contrario "Can You Hear?" era una perfetta evoluzione del gruppo. Certo Tommy non avrebbe avuto assoli chilometrici di tastiere o riff troppo spezzati alla Meshuggah, ma il risultato sarebbe stato di gran lunga più ascoltabile.
In "Can You Hear?" (il pezzo che avrebbe dato il nome all'album) sarebbe stato utilizzato come riff portante quello della Bulerias nel flamenco, suonava benissimo e veramente originale, ho concesso il riff a Peso e Zanna per il nuovo album dei Raza De Odio, che dovrebbe uscire nei prossimi mesi... Forza ragazzi!!! La Bulerias fa parte di uno dei ritmi composti dal Compa' Flamenco, ritmo molto complicato da eseguire ma fluido e passionale. Attenzione!!! non si parla di Gipsy King, quella e Rumba Catalana. Le tastiere in tutto l'album avrebbero avuto un suono più similare tra un pezzo e l'altro, cosi facendo l'album sarebbe stato più omogeneo. Non sarebbero però esistite cose di dubbio gusto, come riccioli durante i break senza senso, o porcellini e cappuccetto rosso.
In altri Brani come, "Born... What Form", il riff intro era una bomba, per poi evolversi in maniera fluida su un pedalone alla Ozric Tentacles e tornare con un pazzesco crescendo sul riff dell'intro.
Abbiamo suonato questi due brani dal vivo in Olanda e la gente impazziva dopo averli sentiti. E' stato così che Tommy trovò l'etichetta in Olanda pronta a darle il contratto,.. si aspettavano "Can You Hear?" e poi si sono beccati "Crust"... bel pacco... :-)
Andando avanti i brani si evolvevano più o meno con lo stesso feeling, le atmosfere psichedeliche avrebbero fatto da padrone e il ritorno a riff violenti alla "Above The Light" avrebbe fatto contenti anche i più capoccioni satanici norvegesi!!! Portantoni alla Samael e Carcass avrebbero prepotentemente portato a sbattere la testa ma in maniera veramente originale... alla Sadist!

Però non riesco ancora a capire perché liberarsi di voi? Le cose andavano bene, era stato trovato un nuovo contratto all'estero con l'olandese Displeased Records, l'album era praticamente pronto per essere registrato. Le cose che mi vengono in mente sono due: visto che il resto del gruppo in quanto a entusiasmo e idee stava surclassando Tommy, magari il timore di perdere la "leadership" unito ad un certo orgoglio lo portò a scegliere per il vostro allontanamento. Oppure le vostre idee divergevano realmente troppo. Alla fine un'idea precisa sei riuscito a fartela?
Ci hai preso in pieno con la prima!!!
Questo e' esattamente quello che pensiamo noi, il gruppo stava componendo insieme e questo avrebbe limitato l'ego di Tommy, il suo obbiettivo era invece usare i Sadist per farsi il nome da "Malmsteen made in Italy" (vedi il suo solo project. che a parer mio e' un collage di soli di chitarra e tastiere senza né capo né coda.)
Vedi Carlo, quando si passa nel campo musicale io sono molto selettivo, non mi limito a giudicare un musicista solo per la tecnica, ci sono fattori essenziali come gusto e feeling che vanno messi davanti a tutto, in quanto la musica non è matematica ma bensì arte. Io personalmente preferisco suonare con un chitarrista elementare ma ricco di feeling, piuttosto di un solista che suona come un impiegato in banca. Talento non vuol dire per me muovere le dita più veloce della luce, talentuoso è uno chi scrive riff come "Raining Blood" degli Slayer... sei d'accordo?
L'eccessivo ego ti porta a isolarti e prima o poi ti ritroverai a suonare in cameretta da solo. Questo è un consiglio che do a tutti quelli che vogliono prendere la difficile carriera da musicista, in giro è pieno di bravi musicisti, ci vuole qualcosa in più della tecnica per uscire.
Comunque vorrei esser chiaro, Tommy non ci ha allontanato, il gruppo si era momentaneamente fermato durante il difficile momento di Peso, Tommy si è impossessato del nome Sadist e se n'è andato in giro con quel nome, nessuno gli aveva dato il permesso, come ho detto prima noi siamo anche andati per vie legali ma per il fatto che il nome se lo era registrato come società s.r.l. non potevamo legalmente far nulla.
Tommy fece tutto esattamente per le ragioni da te intuite... aveva paura di perdere il "potere". Ben fatto Tommy! Ora puoi suonare quello che vuoi... da solo nella tua cameretta.

Sicuramente dopo queste vicende il vostro entusiasmo si è notevolmente ridimensionato. Ma avevate voi il coltello dalla parte del manico, cioè "Can You Hear?". L'unico modo per riscattarvi da questi sgradevoli fatti era mettere alla luce quest'album. Invece il silenzio più assoluto!!! Perché tu, Peso e Zanna non avete reagito e portato a termine le registrazioni?
Come ho detto prima, Peso stava passando un momentaccio... la tendinite e il fattaccio Sadist lo aveva depresso parecchio. Zanna inoltre aspettava un bimbo e anche lui dopo il fattaccio l'unica cosa che voleva era sicurezza. Io del resto ero incazzato come una bestia, non ne volevo più sapere di suonare con gruppi, ero rimasto malissimo, dopo anni di lavoro è anche comprensibile, poco dopo sono entrato in conservatorio e mi sono dedicato al contrabbasso seriamente. Questo ci ha allontanato, per più anni.
Io e Zanna siamo rimasti sempre buoni amici e ancora adesso ci sentiamo.
Con Peso poi è un'altra storia. Al momento del casino mi ero inferocito con Peso, perché non aveva preso posizione su quello che stava facendo Tommy... ma e' stato un mio errore... al tempo ero giovane e non avevo capito che Peso stava passando un momentaccio e che avrei invece dovuto essere più vicino a lui, come un buon amico... invece, mi sono allontanato da tutto e abbiamo perso i contatti, ci sono voluti anni prima di ritornare a parlare. Mi dispiace per quello che e' accaduto, voglio bene a Peso.
Comunque le cose sono andate nel modo migliore per ognuno di noi. Peso dopo qualche annetto è tornato alla grande con i Necrodeath e poi con Zanna e i Raza De Odio (non male eh?). Mi piacciono i Raza perché sono molto originali... non scopiazzano come molti altri fanno.
Io vivo ora in un paese bellissimo come il Canada... Rush, Voivod, Strapping Young Lad, Devin Townsend e molti altri vivono nel vicinato e ci sono un sacco di opportunità per me. Quindi meglio così... Sadist per me e' stato un bel sogno... che però è finito con "Tribe", quello che poi è stato registrato dopo con il nome Sadist non lo associo al gruppo e non esiste per nessuno.

Credo che ora sia tutto più chiaro. Ma è doveroso fare chiarezza su un altro punto. Chi possiede i demo di "Can You Hear?"? E soprattutto non si è mai fatta avanti nessuna etichetta che avrebbe voluto questi preziosi nastri?
Molte delle registrazioni al tempo venivano fatte su cassette dal vivo in studio, io stesso tenevo il più del materiale di "Can You Hear?", quindi sono in possesso del più delle idee registrate, ma sono sicuro che sia Zanna che Peso qualcosa, almeno qualche riff lo tengono ancora.
L'album non era del tutto finito, qualche pezzo lo era, ma ci voleva ancora un po' di lavoro prima di finirlo. Non avevamo un vero e proprio demo, non ne abbiamo mai fatti perché normalmente imparavamo i pezzi a memoria e poi andavamo in studio a registrare l'album o il pezzo.
Le cassette venivano fatte solo per fissare dei riff o per sentire come suonava il pezzo e spesso venivano registrati su varie cassette, perché ognuno di noi poi lavorava a casa e una volta imparati bene i riff o i cambi, le cassette venivano riutilizzate.
Comunque io sono in possesso di una registrazione di un concerto in Olanda, dove abbiamo suonato per la prima volta i pezzi che dovevano essere registrati in "Can You Hear?", ricordo che è stato proprio in quel concerto che abbiamo conosciuto il tipo dell'etichetta olandese, non ricordo il nome della etichetta (Kiko parla della Displeased Records - nd carma1977). Mi ricordo come fosse ieri, il tipo era così gasato che dopo aver sentito i nuovi pezzi ci chiese direttamente la notte stessa di firmare per la sua etichetta.
Tommy prese il contatto con lui e poi, senza dire che aveva cambiato line-up, ha registrato "Crust"... sono venuto a sapere poi che il tipo dell'etichetta si era incazzato come una bestia e dopo aver ricevuto il "pacco" si è rifiutato di collaborare ulteriormente con Tommy... è così che perse contratto e distribuzione e vendettero ben poco. Chiaro no?
Noi, come ormai sai, eravamo in un altro pianeta, disgustati dall'accaduto... però è stato anche un po' SADISTicamente piacevole vedere Tommy autodistruggersi, prima con "Crust", poi con il "cantante" Trevor su Canale 5 a dire cazzate senza senso in un talk show per casalinghe... e come finale l'esilarante, se non meglio comico "Lego". Mamma mia che vergogna!!!

Da quanto ho potuto capire quindi il materiale di "Can You Hear?" è in maggior parte inedito. Escludendo le idee prese da Peso e Zanna per i Raza De Odio, che fine farà tutto quel ben di Dio? Non credi sia ora di rendere giustizia a quelle idee, le vostre idee?
Questa è una domanda che mi sono posto per anni... che cosa farne di sto ben di dio? A me piacerebbe registrarlo comunque... Anche se qualche riff venisse utilizzato dai Raza (cosa che mi fa solo che piacere) non penso che molte delle idee funzionerebbero per loro, in quanto hanno un suono e un concetto musicale completamente diverso.
Io sto pensando di chiamare qualche bel nome in Nord America e fare un CD project ma non voglio dirti di più, se no non ci sarebbero più sorprese. Diciamo solo che qualcosa di sicuro accadrà nei prossimi anni. Ci sono voluti parecchi anni per capire cosa voglio, ma ora sembra che sia venuto il momento anche per me di tornare in scena, ma questa volta però dall'altra parte dell'oceano.

Kiko, per me è stato un piacere veramente enorme aver fatto da tramite tra le tue parole e chi andrà a leggersi questa intervista. Hai lo spazio che vuoi per terminare l'intervista in totale libertà!!
Grazie Carlo, anche per me lo e' stato.
Sono anni che manco dall'Italia e mi piacerebbe usare lo spazio per salutare tutti, in particolare Zanna che mi e' sempre vicino. Peso, che non molla mai, Albertone che sta ubriacando mezza Liguria, ai ragazzi del Sud che venivano sempre ai concerti, quelli sì che erano fuori!!! A tutti i fan di "Tribe", a quel tipo che mi ha chiesto di dargli un calcio in bocca durante il concerto al Capolinea... e gliel'ho dato... a te Carlo e alla redazione della webzine e a tutti quelli che mi conoscono e hanno sempre creduto in me.
Ci vedremo presto!!! (Se le cocorite smettono di insegnare ai pappagalli a cantare)... come ti ho già detto!
W l'Italia.