DYNAMIC LIGHTS
Resurrection

Etichetta: autoprodotto
Anno: 2001
Durata: 26 min
Genere: progressive metal


Non avevo mai sentito parlare dei Dynamic Lights, giovane gruppo pesarese che con questo "Resurrection" giunge al primo mini album autoprodotto. Devo dire che sono stati una piacevole sorpresa per il fatto che il loro prog metal atmosferico riesce a far trasparire la loro personalità e la tecnica è posta finalmente al servizio della canzone, ricordandomi il "minimalismo" di certi Fates Warning e Pain Of Salvation con una spruzzata dei Dream Theater più oscuri di "Awake".
L'album è diviso in due capitoli, nel primo "Straight to the Sun" troviamo la prima traccia "Breath of the Earth", un mid-tempo caratterizzato da vari cambi di tempo ma molto equilibrato, nel senso che nessuno dei 5 musicisti cerca di prevalere sugli altri. Molto bella la voce di Matteo Infante che riesce a modulare molto bene, non possiede un estensione elevata, però è sicuramente espressivo, una cosa da non sottovalutare. Segue la stupenda "Breath of the Sun", per me la migliore. Un intro fusion seguito da un'atmosfera malinconica, ci fa apprezzare il lavoro svolto dal tastierista Giovanni Bedetti, sempre attento ad arricchire i brani con partiture efficaci, interrotta dal riff compresso di Marco Poderi che ricorda il Petrucci più duro e dalle efficaci linee vocali, sicuramente questa canzone rappresenta la strada che devono seguire in futuro.
Il secondo capitolo "Rescued from Oblivion" è leggermente più incazzato e articolato, in "Awakening/Consciousness" le armonizzazioni vocali di Matteo mi ricordano addirittura quelle del Warrel Dane (Nevermore) più lunatico e teatrale, mentre chitarra e tastiera seguono la lezione dei Dream Theater di "Erotomania" forse anche troppo, perdendo molti punti in personalità. Chiude il cd "Deception/Revenge" che mette in mostra le ottime capacità tecniche della sezione ritmica ma non riesce a decollare come le altre, a causa delle linee vocali non del tutto convincenti.
Comunque un ottimo album ben prodotto, anche se in certi punti la chitarra risulta essere leggermente debole, un artwork di cui non posso parlarvi dato che il cd mi è arrivato senza libretto ma andando sul sito sembra essere buono. In più il cd contiene un video del dietro le quinte nello studio di registrazione, molto interessante e con alcune scene ispirate dal capolavoro "Matrix".
Se i Dynamic Lights sapranno smussare i pochi difetti presenti in questo mini album, credo che non avranno problemi ad imporsi nella scena italiana.
(Carma1977 - Maggio 2002)

Voto: 8.5


Contatti:
Marco Poderi
via Agostini, 6
61100 Pesaro (PU)
Mail: info@dynamiclights.net
Sito internet: http://www.dynamiclights.net/